Diversamente a Teatro

Innovare significa anche pensare a un’educazione diversa, in cui l’arte possa diventare non solo un mezzo di intrattenimento ma anche un’occasione di crescita e di riscatto personale e sociale.

Questo è l’obiettivo di “Diversamente a teatro” che si rivolge ai giovani portatori di disabilità cognitive del territorio della Valle dei Laghi, per offrire loro un’opportunità lavorativa e di integrazione con la comunità.

Dopo il primo anno dove hanno imparato a lavorare nel bar, alla biglietteria, al guardaroba e alle maschere, nel secondo anno è stato aperto il Caffè Culturale THE STAFF all’interno del teatro gestito con il loro supporto e che è presto diventato luogo di aggregazione per il paese.

Dei 7 ragazzi che hanno iniziato il programma, 4 hanno scelto di proseguire la propria esperienza lavorativa con l’Associazione e altri 2 si sono aggiunti nel 2015.

Le iniziative del caffè hanno permesso di raggiungere un pubblico normalmente distante dal teatro, i giovani adolescenti.

Visto il carattere fortemente innovativo dell’iniziativa, il grande beneficio che ha portato ai ragazzi di The Staff e la consapevolezza appresa dalla comunità della Valle dei Laghi verso questo tipo di problematiche, nel 2015 il progetto ha ottenuto il Premio Speciale per la Valorizzazione delle Diversità alla 13^ Edizione del Sodalitas Social Award, il più prestigioso riconoscimento in Italia per la Sostenibilità d’Impresa.

The staff 

I ragazzi al Caffè Culturale hanno ospitato concerti di artisti locali e diversi laboratori teatrali. Tra questi Il sipario si alzi – corso estivo rivolto a ragazzi tra i 10 e i 14 anni per avvicinarli al teatro – e il percorso Resistenze Teatrali che indaga sul teatro come forma di riflessione pubblica su come si declinano al giorno d’oggi i valori della resistenza.

Partecipare a tutte queste iniziative ha prodotto in loro una serie di miglioramenti complessivi nel rapporto con la comunità e con se stessi grazie ad un nuovo ruolo nella società che consente loro di essere percepiti come disabili abili, ottenendo una miglior stima personale oltre che importantissime competenze in campo lavorativo e sociale.

Grazie al sostegno di numerose istituzioni pubbliche e private, il progetto di Chef a Teatro uno show cooking che unisce teatro, buona cucina e solidarietà – prosegue in una versione itinerante, on the road nei teatri dei comuni trentini, creando ancora un’opportunità di lavoro per i ragazzi.

 

Il progetto è promosso da Fondazione Aida, Associazione Oasi Valle dei Laghi e Bar Terramare, in collaborazione con la Comunità Valle dei Laghi e grazie al supporto di Fondazione Umana Mente (Gruppo Allianz), Fondazione Cattolica e Fondazione Caritro.